Zingaretti e Di Maio “angeli pensosi”: l’ultima opera del Banksy torinese

«Il gatto alato in alto assiste schifato alla scena, e impersona metaforicamente l’elettore medio italiano», dice

Un nuovo manifesto fake di Andrea Villa – il “Banksy torinese“, sebbene lui detesti questo soprannome – è spuntato in alcune vie del centro di Torino – in corso San Maurizio, via Giulia di Barolo, viale I Maggio, corso Galileo Ferraris e corso Turati – nella notte tra domenica 8 settembre e lunedì 9, a poche ore dal voto di fiducia per il Governo giallorosso.

View this post on Instagram

"Peneangeli" 2019, Torino

A post shared by Andrea Villa (@andrealvilla) on

L’opera è una presa in giro nei confronti del matrimonio tra Pd e Movimento Cinque Stelle, e sul rapporto che intercorre tra i i due rispettivi leader: Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio.

«Di Maio e Zingaretti, rappresentati come i due angeli pensosi della Madonna Sistina di Raffaello, lasciano presagire un rapporto forzato e stucchevole. Così il PD e il Movimento perdono il loro valore ideologico politico tramite improbabili alleanze e i continui cambi di posizione politica», dice Andrea Villa per spiegare cosa ha voluto raffigurare.

E poi aggiunge: «Il gatto alato in alto assiste schifato alla scena, e impersona metaforicamente l’elettore medio italiano».

Leggi anche: