Open Arms, sbarcano a Taranto 62 naufraghi – Il video

Nei giorni scorsi la nave aveva tratto in salvo 73 persone: 11 di loro – bambini con le loro famiglie e i feriti da ustioni o armi da fuoco – erano stati trasferiti ad Augusta

«Un porto sicuro è quello che ti garantisce accoglienza e cure. È quello che ti assicura il rispetto della tua vita e della tua dignità» scrive Open Arms su Twitter mentre la sua nave è appena arrivata al porto di Taranto con a bordo 62 migranti.

«Le persone che arrivano – ha annunciato il Comune di Taranto – saranno come sempre assistite dalla macchina dell’accoglienza delle istituzioni locali ormai rodata. Dopo le prime cure e l’identificazione, gli eventuali minori non accompagnati saranno distribuiti nelle strutture dislocate nel territorio nazionale».

73 persone salvate

Nei giorni scorsi la nave – che nelle prossime ore darà il via allo sbarco dei 62 migranti – aveva tratto in salvo 73 persone. 11 di loro – bambini con le loro famiglie e i feriti da ustioni o armi da fuoco – erano stati trasferiti ad Augusta nella giornata di domenica.

A bordo la situazione era critica

A bordo – come denunciato da Riccardo Gatti, capo missione di Open Arms – la situazione era «molto critica»: da «un ragazzo a cui hanno sparato» a «persone con forti ustioni dovute alla benzina» oltre a «26 minori di cui 24 non accompagnati».

Foto in copertina di repertorio

Leggi anche: