«…Pasqua chissà se puoi»: gli auguri di Natale di Taffo

L’humor nero della ditta di pompe funebri torna a farsi sentire nel giorno di Natale

«Natale con chi vuoi, Pasqua chissà se puoi». Così recita la locandina di Natale di Taffo, l’agenzia di pompe funebri nota per il suo umorismo lugubre. Ad adornare la scritta, una corona di stelline, palle di Natale e… bare.

Da una canzone estiva intitolata «Magari muori» all’ironia sull’annuncio di Matteo Salvini di aprire gli ospedali anche di sabato e domenica, negli ultimi mesi Taffo non ha perso occasione di dire la sua sulle ricorrenze o sui fatti legati all’attualità.

Recentemente però, l’humor nero dell’agenzia era stato criticato. In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne l’azienda ha pubblicato un’immagine incorniciata dalla frase «Ci sono due tipi di donne». Sotto: una bara e un’altra scritta: «Quelle che denunciano».

In molti avevano attaccato la ditta, affermando che aveva toccato in modo troppo brutale un argomento delicato. «Questa volta avete toppato. Come se fosse colpa della donna se non riesce a denunciare un maltrattamento. È un discorso un po’ più complesso e delicato. Oggi potevate evitare!», scrivevano gli utenti.

Leggi anche: