A 18 anni Larissa, figlia di Fiona May, diventa campionessa italiana di salto in lungo

La ragazza ha conquistato il titolo ai campionati assoluti di Padova

«Orgogliosa di questa giovane atleta che ha vinto il suo primo titolo senior a 18 anni. Le condizioni erano terribili per i saltatori in lungo ma tutti hanno mostrato carattere». Così la due volte campionessa mondiale di salto in lungo, Fiona May, ha voluto celebrare la vittoria di sua figlia, Larissa Iapichino, vincitrice della competizione agli assoluti di Padova.

La ragazza ha portato a casa il titolo saltando 6.32 metri. Si tratta di un risultato inferiore rispetto al suo record personale di 6.80, stabilito a Savona il mese scorso, il secondo risultato migliore nella storia della atletica leggera italiana. Meglio di lei ha fatto soltanto sua madre, Fiona May, che detiene il record italiano: 7.11, raggiunto nel 1998 a Budapest.

Proud of this young athlete. Winning her first senior title at 18!! Conditions were terrible for all the long jumpers but they all showed character.

Un post condiviso da Fiona May (@fionamayoly69) in data:

La gara di oggi è partita in salita, a causa del vento contro, ma la giovane atleta è riuscita comunque ad imporsi sulle sue avversarie Laura Strati (Atl. Vicentina) ed Elisa Naldi (Virtus Cr Lucca). «È stata dura ma ce l’ho fatta – ha commentato Larissa – nonostante condizioni pessime e vento contrario quasi tutta la gara. Un passo alla volta sto diventando più matura, a livello personale e come atleta».

Leggi anche: