Coronavirus, Conte assicura: «Presto nuove misure per l’economia. Non abbiamo fatto abbastanza»

Il premier: «Il governo è già al lavoro per ulteriori provvedimenti di sostegno. Ci rendiamo conto che quanto sin qui fatto non è sufficiente»

L’impatto della pandemia di Coronavirus richiede «un impegno finanziario prolungato nel tempo e anche più corposo di quanto sin qui fatto». Così il premier Giuseppe Conte nel suo intervento all’assemblea della Fipe, l’associazione di categoria dei pubblici esercizi. «Il governo è già al lavoro per ulteriori provvedimenti di sostegno e ulteriori risorse», ha assicurato. «Ci rendiamo conto che quanto sin qui fatto non è sufficiente».


«Ci premono i tempi dei contenimenti del contagio. Il sistema per parametri ci consente interventi mirati e di introdurre misure restrittive che siano limitate nel tempo e ben dosate sull’effettivo livello di rischio dei territori. Cerchiamo così di contenere e limitare il contagio», ha aggiunto Conte a proposito delle misure di contenimento.

«Quanto più rapidamente saremo in grado di contenere il contagio tanto prima potremo restituire alle famiglie e alle imprese la fiducia per ripartire». «Nessuno può vincere da solo. Tutti dobbiamo fare sistema e fare squadra», ha detto il premier. Quanto ai ristori, ha assicurato, «saranno rapidi ma la crisi è profonda e richiede interventi più corposi».

Leggi anche: