Addio a David Prowse, l’uomo nero diventato leggenda: era Darth Vader nella trilogia originale di Star Wars

di Redazione

Era stato scelto per il ruolo che lo ha reso famoso principalmente per la sua statura: era infatti alto due metri

Lutto nel mondo dello spettacolo: è morto all’età di 85 anni dopo una breve malattia l’attore britannico David Prowse. Due metri di altezza, ex campione di sollevamento pesi e body builder, è stato scelto anche per queste sue caratteristiche per interpretare nella trilogia originale di Guerre Stellari il più cattivo dei cattivi Darth Vader – nella versione italiana Dart Fener. Leggendaria la scena in cui rivela a suo figlio, Luke Skywalker, «I’m your father» – «Sono tuo padre». Era stato l’uomo nero, ed è diventato una leggenda.


La notizia è stata data dal suo agente, Thomas Bowington, su Facebook, con un post che non poteva concludersi altrimenti: «Che la forza sia con lui, sempre». Prowse, si racconta, aveva ottenuto la parte di Darth Vader proprio per la sua imponente conformazione. Il suo accento britannico (era nato a Bristol il 1 luglio del 1935 in una famiglia della working class, non ha mai conosciuto il padre ed è stato cresciuto dalla mamma), molto forte, “campagnolo” per alcuni, era visto come non idoneo alla parte: per questo Prowse è stato sempre doppiato da James Earl Jones, attore e doppiatore americano famoso tra l’altro per aver interpretato l’ammiraglio Greer in Caccia a Ottobre Rosso.

Ha lavorato soprattutto come body builder e personal trainer, allenando tra l’altro Christopher Reeve, ovvero il leggendario volto di Superman. Si era avvicinato al cinema attraverso l’amicizia con Lou Ferrigno e con Arnold Schwarzenegger. Prima di Star Wars, David ha partecipato anche a 007 Casino Royale (ovvero il primo 007) e a Arancia meccanica.

In copertina EPA/SUSANNA SAEZ | David Prowse al 48esimo Sitges International Fantastic Film Festival, a Sitges, vicino Barcellona, Spagna, 12 ottobre 2015.

Leggi anche:

Redazione