Coronavirus, la Germania registra il suo record peggiore: quasi 30 mila contagi e 600 morti in 24 ore. Merkel verso il lockdown duro

di Redazione

Il governo è pronto a passare a uno stato di lockdown rafforzato che potrebbe prevedere, tra le altre misure, la serrata totale dei negozi e la chiusura anticipata delle scuole per le feste di Natale

La curva epidemica del Coronavirus in Germania sembra stia ricalcando l’andamento registrato in Italia, con un ritardo di circa un mese, proprio come accadde per il nostro Paese dopo la Francia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 29.875 nuovi contagi, un dato in netto aumento rispetto a quello di ieri quando i nuovi positivi erano circa 6.000 in meno (23.679 casi). Quanto alle vittime, se ne contanto 598 in un solo giorno: per la Germania si tratta del record peggiore da quando l’epidemia si è diffusa nel Paese. A diffondere questi numeri drammatici è l’istituto Robert Koch. Non si hanno ancora elementi per capire se a questo punto si sia toccato il picco della seconda ondata in Germania.


Certo è che l’impennata di nuovi contagi registrata negli ultimi giorni ha infiammato la discussione politica relativa alla necessità di inasprire il più possibile le misure per il contenimento del virus, il cui tracciamento anche in Germania sembra essere andato fuori controllo. Nel Paese, dallo scorso 2 novembre è in vigore un semi-lockdown che secondo il governo si è mostrato in tutta la sua debolezza. È evidente a questo punto che non è più un provvedimento sufficiente a bloccare il crescere dei contagi e in tanti, a cominciare proprio dalla cancelliera Angela Merkel (che insiste da giorni), sono pronti a passare a uno stato di lockdown rafforzato che potrebbe prevedere, tra le altre misure, la serrata totale dei negozi e la chiusura anticipata delle scuole per le feste di Natale.

Il Baden Wuerttemberg annuncia il lockdown

La richiesta di una stretta più severa per fronteggiare l’aumento dei contagi arriva anche da diverse regioni. Quella di Stoccarda, per esempio, il Land tedesco del Baden-Wuerttemberg, ha annunciato questa mattina che andrà in lockdown subito dopo Natale e almeno fino al 10 gennaio, per fare in modo che la curva epidemica torni a decrescere. A renderlo noto, il ministro-presidente Winfried Kretschmann, che ha comunque evidenziato che si tratta di una decisione adottata in attesa che si arrivi a un accordo federale su più rigidi provvedimenti anti-Covid.

Leggi anche:

Redazione