Coronavirus, in Veneto 20 decessi nelle ultime 24 ore. Zaia: «Il decreto Covid? Servono modifiche»

Sono 1.035 i nuovi casi di contagio. Il presidente della Regione: «Nel provvedimento del governo ci sono incongruenze, spero che vengano risolte»

In Veneto sono 1.035 i nuovi casi di positività al Coronavirus. I test effettuati sono 38mila, con un tasso di positività pari al 2,7%. Prosegue la discesa del totale dei ricoverati: oggi 1.615, 39 in meno rispetto a ieri. Di questi 1.338 (-37) sono ricoverati nei reparti ordinari, 227 (-2) nelle terapie intensive. Resta costante il numero dei decessi: 20 nelle ultime 24 ore (ieri erano 24) per un totale di 11.203 dall’inizio dell’emergenza ad oggi. I cittadini attualmente positivi in isolamento sono 23.307.


Il governatore Luca Zaia, in conferenza stampa, è tornato a criticare il nuovo decreto Covid. «Il decreto è stato approvato ma la speranza è l’ultima a morire e speriamo sia oggetto di un tagliando anche perché è ragionevole rivedere i dati epidemiologici da qui ai prossimi giorni e pensare magari che con maggio si apra un nuovo scenario. La speranza è che le incongruenze ancora oggi visibili vengano risolte». E ha poi aggiunto: «Questo decreto voglio considerarlo una fase di assestamento, non un decreto ad assestamento avvenuto. Io spero vivamente che ci sia un decreto correttivo che non è una ammissione di colpa». 


Leggi anche: