Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Vaccini in vacanza, come ricevere la dose fuori regione dal 1° luglio: l’accordo tra Lombardia, Piemonte e Liguria

La prenotazione dovrà essere fatta sul sito della Regione dove si andrà in vacanza

Tre Regioni italiane sono pronte a offrire vaccini in vacanza. Lombardia, Piemonte e Liguria hanno inviato una bozza di accordo alla struttura commissariale del generale Figliuolo per somministrare le seconde dosi in vacanza nelle rispettive Regioni. Il protocollo prevede che, a partire dal primo luglio, chi risiede in Lombardia, Piemonte o Liguria, e vorrà trascorrere le vacanze in una di queste Regioni potrà ottenere il vaccino anti Covid. Nello specifico – secondo quanto riporta il Corriere della Sera – sono quattro i requisiti messi a punto dall’accordo per ottenere le dosi fuori dalla Regione di residenza:


  • Il soggiorno deve essere di tipo turistico «per una durata che rende difficoltosa la fruizione della prestazione vaccinale nella regione di residenza»;
  • La persona che intende ricevere il vaccino deve attestare la sussistenza delle condizioni di applicabilità dell’accordo;
  • Bisogna specificare di non aver ricevuto alcuna dose oppure di aver ricevuto la prima, presentando la certificazione con la data dell’inoculazione e il tipo di vaccino ricevuto;
  • L’interessato deve autorizzare il trattamento dei dati personali.

Per prenotare il vaccino sarà necessario collegarsi al sito della Regione dove si trascorreranno le vacanze. In seguito l’informazione verrà trasmessa all’anagrafe nazionale vaccinale che poi condividerà i dati con la Regione di residenza. «Credo che questa intesa aiuti in un momento in cui la campagna vaccinale sta rallentando: agevolando i cittadini mettiamo tutti più al sicuro», ha dichiarato il presidente della Liguria Giovanni Toti. «Siamo pronti – ha aggiunto il governatore del Piemonte Alberto Cirio – le nostre strutture tecniche hanno coronato la nostra volontà politica. Questa operazione vacanze credo sia la strada giusta».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: