Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Afghanistan, testimoni alla Bbc: «Molte vittime dell’attentato di Kabul uccise dai soldati americani» – Il video

«Aveva fori di proiettili sulla nuca e non aveva alcuna ferita sul resto del corpo», ha raccontato il parente di una vittima. Un altro ha detto: «Ho visto i militari statunitensi sparare dalle torri»

Alcune delle persone morte nell‘attentato dell’ISKP a Kabul sarebbero state uccise da soldati americani. È quanto ha riferito l’inviato della Bbc in Afghanistan, Secunder Kermani. Il reporter ha raccolto diverse testimonianze di persone presenti all’aeroporto di Kabul. «Molte delle persone con cui abbiamo parlato, compresi testimoni oculari, hanno detto che un numero significativo di vittime sono state uccise dalle forze Usa nel panico dopo l’esplosione», ha riferito il giornalista.


Nell’attentato terroristico di giovedì, 26 agosto, sono morte almeno 170 persone, tra cui anche bambini. Subito dopo l’esplosione all’entrata di Abbey Gate, i militari statunitensi avrebbero iniziato ad aprire il fuoco «uccidendo un numero significativo di civili»”. Un uomo ha raccontato di aver visto militari americani e dietro di loro militari turchi. «Gli spari arrivavano dalle torri», ha raccontato il fratello di una delle vittime, un tassista afgano che era arrivato da Londra per cercare di salvare la sua famiglia. Un altro testimone ha raccontato che un famigliare è stato ucciso non dai talebani, non dall’Isis, ma dall’esercito americano: «Aveva fori di proiettili sulla nuca e non aveva alcuna ferita sul resto del corpo». Il Dipartimento della Difesa Usa si è rifiutato di rispondere alla richiesta di chiarimenti da parte della Bbc.


Video copertina/ Credits Bbc

Continua a leggere su Open

Leggi anche: