Elezioni Comunali, l’exploit di Fratelli d’Italia: a Torino fa meglio della Lega, a Roma è il primo partito

Il centrodestra perde Milano, Bologna e Napoli, ma il partito di Meloni può festeggiare i risultati ottenuti soprattutto al Nord

Mentre il centrodestra perde terreno, Fratelli d’Italia cresce nelle grandi città al voto. A spogli delle elezioni Comunali ancora in corso, si certificano diversi exploit per il partito di Giorgia Meloni: a Torino ha fatto numeri sette volte maggiori di quelli registrati nel 2016, cinque volte maggiori a Bologna e quattro a Milano. Nel capoluogo piemontese c’è lo scarto più netto: la percentuale è stata del 10,64%, contro l’1,47% delle precedenti amministrative. Qui, con un risultato storico, il partito di Meloni sorpassa la Lega di Matteo Salvini per circa un migliaio di voti. Anche a Milano il partito di Meloni arriva al 9,87%, tallonando il Carroccio che registra un leggero calo e segna il 10,85%. Nel capoluogo lombardo Fdi si era fermato al 2,42% nel 2016. A Bologna Fdi registra un 12,60%, contro il 2,40% del 2016. A Roma, dove la destra resta forte, Fdi ha incassato il 17,86% contro il 12,27% del 2016, affermandosi come primo partito di centrodestra (la Lega ha preso il 6,13%). A Trieste la lista di Fdi ottiene un primato inedito tra gli alleati del centrodestra: 15,82%, contro il 4,33% di cinque anni fa. Le cose vanno meno bene a Sud: a Napoli Fdi registra per ora il 4,36%, seppur in crescita dopo l’1,28% del 2016 (ma in linea con quella già registrata alle europee del 2019, quando aveva raggiunto il 4,42%). Leggero calo alle regionali in Calabria, dove il partito di Meloni è – a spoglio in corso – al 9,13%.


Immagine di copertina: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI


Leggi anche: