Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bucha, trovata una stanza di tortura con cinque cadaveri: è il seminterrato di un ospedale pediatrico – Le foto

Erano piegati in avanti e con le mani legate dietro la schiena. Il Cremlino, però, smentisce il massacro

Bucha

A Bucha l’esercito ucraino ha trovato una camera di tortura usata dai soldati russi per nascondere cinque cadaveri di civili piegati in avanti e con le mani legate dietro la schiena. A riportarlo è l’agenzia Unian. Il luogo scelto dai russi di Putin è un seminterrato di un ospedale locale per bambini chiamato Radiant. Bucha è tristemente nota per essere diventata la città in cui i russi avrebbero compiuto una vera e propria strage di civili. Diversi i cadaveri abbandonati per strada. Ma ci sono anche corpi di donne, anziani e bambini trovati con gravi ferite alla testa e mani legate. Abusi che sarebbero stati commessi prima che l’esercito russo lasciasse la regione di Kiev. Mosca, intanto, smentisce il massacro: «Respingiamo categoricamente tutte le accuse», ha dichiarato oggi, 4 aprile, durante una conferenza stampa il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, specificando poi che esperti del ministero della Difesa russo hanno trovato segni di «manomissione dei video» e «falsi» nei video che le autorità di Kiev hanno presentato pubblicamente come prova delle atrocità commesse dalla Russia.


Fonte: Unian
Fonte: Unian

Foto in copertina : agenzia Unian


Leggi anche: