Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sondaggio YouTrend, quanto e dove perde il Pd con il possibile accordo M5s-Verdi-Sinistra italiana

Rischia di essere una batosta per Enrico Letta il potenziale strappo con i partiti di sinistra, sempre più tentati da Giuseppe Conte

Dopo l’accordo tra il Partito Democratico e Azione e +Europa, la ricerca dell’equilibrio sul bilancino di Enrico Letta si fa sempre più complesso. Già, perché secondo le stime di YouTrend e dell’istituto di consulenza politica Cattaneo Zanetto & Co., se da un lato l’accordo con Carlo Calenda ha virtualmente scongiurato l’alta possibilità, se non la certezza, che 16 seggi uninominali sarebbero andati alla destra, lo stesso accordo ha generato malumori nel “piatto” a sinistra del bilancino dem. I leader di Verdi e Sinistra italiana hanno annullato l’incontro previsto per oggi con il segretario del Pd, spiegando che necessitano tempo per valutare sul da farsi. Allo stesso tempo, i leader dei due partiti, Bonelli e Fratoianni, hanno trovato un’apertura da parte di Giuseppe Conte a entrare in coalizione con il M5s. E cosa succederebbe al Pd se M5s, Verdi e Sinistra italiana dovessero riuscire a trovare un accordo? Il “campo aperto” dei dem perderebbe 14 seggi, si cui 9 alla Camera e 5 al Senato. Secondo le stime di YouTrend, però, questi 14 seggi virtualmente perduti dalla coalizione di centrosinistra non finirebbero nelle mani di M5s-Verdi e Sinistra Italiana. Tutt’altro. Ben 11 seggi andrebbero virtualmente alla coalizione di centrodestra, mentre solo 3 seggi verrebbero conquistati dalla coalizione M5s-Verdi e SI. Un grattacapo non da poco per il segretario dem, che nelle prossime ore dovrà dunque trovare modo di ricucire il rapporto con Fratoianni e Bonelli. Sempre che non si chiuda prima l’accordo con il MoVimento 5 Stelle.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: