SUONI E VISIONI

Cosa c'è di vero nelle serie tv: Westworld

18/1206:10Henry Albert

Cerchiamo i punti d'incontro tra Westworld e la realtà. 

Uno sconfinato parco divertimenti per l’élite, nel quale tutto è concesso. Una popolazione di androidi animati da un’intelligenza artificiale avanzata, schiavi dei desideri e delle pulsioni dei ricchi visitatori umani. Un universo tra western e fantascienza nel quale tutti i protagonisti, umani e non, si muovono cercando qualcosa: violenza, edonismo, una via di fuga, se stessi.  

 
Questo è Westworld. La serie HBO, trasmessa in Italia da Sky Atlantic, è stata creata da Jonathan Nolan e Lisa Joy, ispirati dall’omonimo film del 1973 (uscito in Italia col titolo Il mondo dei robot). Se nell’originale, però, gli androidi sono perlopiù inconsapevoli nemici, nella serie odierna diventano veri e propri protagonisti. Westworld 2016 ruota infatti intorno alle storie intrecciate di robot e umani, impegnati in tortuose ricerche tra il reale e l’esistenziale. 
 
Dolores, l’androide protagonista assoluta, sviluppa lentamente la propria personalità, cercando un labirinto nascosto negli spazi smisurati del parco. La accompagna William, un essere umano, nel tentativo di navigare i suoi sentimenti per Dolores, per il mondo esterno e per quello egualmente complicato costruito all’interno di Westworld.

 

La serie, nell’arco delle sue prime due stagioni, affronta temi complessi: lo sviluppo della memoria, la costruzione dell’identità, il libero arbitrio, il significato delle emozioni, i pericoli celati nella natura umana e nella mente androide.

 

Il centro di gravità di tutti questi argomenti è l’Intelligenza Artificiale, abbreviata in IA (o AI per gli anglofoni), il sistema informatico che permette alle macchine di imparare autonomamente a riconoscere e risolvere problemi.  
 
La prima tappa della nostra esplorazione delle serie televisive è un confronto tra i mondi narrativi di Westworld e la realtà.
Ci ha aiutato a fare chiarezza Davide Bacciu, segretario dell’AIxIA (Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale) e ricercatore di informatica presso l’Università di Pisa.

 

 

 

 

Loading ...
Failed to load data.