SUONI E VISIONI

Perché Sanremo è Sanremo? Il best (e worst) of della terza serata

Redazione - 08/02/201906:59Aggiornato 12/02/2019 17:33

Tra meme, tweet e commenti, il racconto della terza serata del Festival di Sanremo

Dopo il timido debutto iniziale, la seconda serata in salita, finalmente nella terza serata il Festival di Sanremo ha regalato uno spettacolo più ritmato. Anche l’apertura della terza serata è stata di Claudio Baglioni che ha intonato Viva l’Inghilterra, accompagnato da un gruppo di danzatori in completo scozzese.

Claudio Baglioni apre la terza serata del Festival di Sanremo cantando Viva l'Inghilterra

Sempre dodici gli artisti in gara: Mahmood, Enrico Nigiotti, Anna Tatangelo, Ultimo, Francesco Renga, Irama, Patty Pravo e Briga, Simone Cristicchi, Boomdabash, Motta, The Zen Circus, Nino D’Angelo e Livio Cori. Il momento più rilevante della serata è certamente stato l’introduzione al pezzo di Patty Pravo e Briga fatta da Ornella Vanoni.

Ornella Vanoni si è letteralmente divorata il palco, pur essendo una semplice ospite, rompendo il protocollo del festival, lanciandosi in baci e abbracci con l’amica Patty Pravo.

ANSA | Il saluto tra Ornella Vanoni e Patty Pravo sul palco dell'Ariston

Da notare è che Ornella Vanoni sia stata l'unica a "esser scampata" al duetto con Baglioni sino a oggi.

Prima della Vanoni, però, è salito sul palco dell'Ariston Antonello Venditti, che non ha mai partecipato al Festival in qualità di concorrente, ma è stato ospite nell’edizione del 2000 condotta da Fabio Fazio.

Venditti ha cantato Sotto il segno dei pesci, per poi duettare con Baglioni sulle note di Notte prima degli esami.

 

Per il decennale della sua carriera è poi salita sul palco Alessandra Amoroso, visibilmente emozionata, che ha cantato Dalla Tua Parte, per poi duettare con Baglioni ​​​​​​sul grande classico Io che non vivo.

A metà serata c'è poi stato un momento revival molto apprezzato con Raf e Umberto Tozzi, si sono esibiti in un lungo medley de Il battito animale, Ti Pretendo, Tu, Gloria e Gente di mare.

 

All'Ariston è poi arrivato Fabio Rovazzi, che ha dimostrato di essere veramente capace di fare di tutto e di più: cantare, presentare, raccontare ed emozionare, ma non di sfuggire al duetto con Claudio Baglioni.

 

 

 

Nella terza serata il voto dei giornalisti della sala stampa ha cambiato la classifica rispetto alla prima sera, dove l’unico voto a pesare è stato quello della giuria demoscopica. Nella zona blu si sono posizionati: Ultimo, Mahmood, Cristicchi, Irama. Nella zona gialla troviamo gli Nigiotti, Motta, Zen Circus, Renga. Infine nella zona rossa trovano spazio Anna Tatangelo, Patty Pravo e Briga, Boomdabash, Nino D’Angelo e Cori.

La classifica della terza serata dopo il voto della sala stampa

È poi arrivato il gran finale, nonché uno dei momenti più attesi della serata, ossia l'omaggio a Mia Martini dell'attrice Serena Rossi, che ha cantato Almeno tu nell’universo, a margine della promozione del film Io sono Mia.

 

La prossima sarà la serata dei duetti e no, non saranno tutti di Baglioni.

Leggi anche

 

Da non perdere

 

Le serate

 

I pronostici

 

Il vincitore

 

Le polemiche

 

Cinque serate per cinque ricordi

Loading ...
Failed to load data.