LA CRONACA

Morta la donna rimasta paralizzata nella tragedia di Piazza San Carlo

Open - 25/01/201912:06Aggiornato 25/01/2019 13:06

Marisa Amato era rimasta tetraplegica dopo l'incidente avvenuto la notte del 3 giugno 2017 durante la proiezione della finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid

Era la sera del 3 giugno 2017 e a piazza San Carlo a Torino si erano radunati migliaia di persone per assistere alla proiezione della finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid quando all'improvviso si è sparso il panico. Oltre 1.500 persone erano rimaste ferite. Tra loro anche Marisa Amato, di 65 anni, rimasta tetraplegica dopo l'evento.

La donna era ricoverata da alcuni giorni nel reparto di Rianimazione del Cto di Torino a causa di problemi respiratori. È deceduta questa mattina, diventando così la seconda vittima della tragedia di Piazza San Carlo, dopo Erika Pioletti, di 38 anni, morta pochi giorni dopo l'evento.

Sulla vicenda di piazza San Carlo la Procura di Torino aveva avviato un'indagine, che poi ha portato all'arresto di alcune persone accusate di aver fatto scattare il panico spruzzando spray urticante per effettuare una rapina. Per la sindaca Chiara Appennino e altri 14 imputati  è stato chiesto il rinvio a giudizio.  Delle persone presenti solo 365 tifosi avevano presentato querela.

 

  • Leggi anche

Corinaldo, una mamma accusa Sfera Ebbasta: «Hai 6 morti sulla coscienza»
Stadi chiusi contro il razzismo, l'Inter porta 10 mila bambini a San Siro
Evasione fiscale: Ronaldo patteggia, pagherà 18,8 milioni di euro

 

Loading ...
Failed to load data.