FACT-CHECKING

La foto sbagliata di Sandro Pertini e la bufala del bacio al funerale di Tito

David Puente - 10/02/201914:14Aggiornato 10/02/2019 14:16

Due falsità circolano online in merito al Presidente Sandro Pertini e il Maresciallo Tito, una foto sbagliata del funerale e il fantomatico bacio alla bandiera che avvolgeva la bara. Ecco la verità

L'otto febbraio 2018 un utente ha condiviso via Twitter una foto in cui si riconosce Sandro Pertini, Presidente della Repubblica dal 1978 al 1985, con il capo chino e appoggiato con le mani a una bara in segno di rispetto verso un defunto. Secondo la foto, leggendo i  nomi riportati con un programma di fotoritocco, la bara sarebbe quella del Maresciallo Tito, pseudonimo di Josif Broz. Una falsità colossale perché quello nell'immagine non è affatto il funerale dell'ex dittatore e Presidente della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia.

Ci sono due elementi che ci permettono di comprendere l'origine della foto: il logo di Rai3 in alto a sinistra e, appeso al muro, quello del Partito Comunista Italiano (P.C.I.). Quanto basta per scoprire che si trattava del funerale di Enrico Berlinguer riportato in un servizio andato in onda nella nostra Tv di Stato. Qualche utente, al fine di contrastare la falsità diffusa nel tweet, aveva messo in dubbio la presenza del presidente della Repubblica ai funerali del Maresciallo Tito, sbagliando a sua volta.

La presenza di Sandro Pertini ai funerali di Stato del Maresciallo Tito è un fatto storico inconfutabile, così come la presenza di altri rappresentanti della politica internazionale dell'epoca come il principe Philip e il primo ministro britannico Margaret Thatcher, il vicepresidente americano Walter Mondale, il primo ministro francese Raymond Barre, l'iracheno Saddam Hussein, il siriano Hafez al-Assad e il re Carlo XVI Gustaf di Svezia. Insieme a Sandro Pertini c'era anche Francesco Cossiga, all'epoca Presidente del Consiglio.

Il tweet con la foto erroneamente associata ai funerali di Tito.

C'è un'altra vicenda da raccontare in merito al funerale, ossia il presunto bacio di Sandro Pertini alla bara del Maresciallo Tito, precisamente alla bandiera jugoslava nella quale era avvolta. In realtà aveva solo appoggiato il braccio, per poi ritirarsi come fecero altrettanti rappresentanti degli stati esteri.

L'insistenza dell'utente e il tweet di chi dubita che Pertini era presente ai funerali di Tito.

Andrea Gandolfo, autore di una serie di libri sull'allora Presidente della Repubblica, inviò una lettera al direttore di Savona News nel 2016 dove riportava - oltre a una lunga premessa sui rapporti tra i due - la versione della famiglia di Tito:

Per quanto concerne i rapporti tra Pertini e il maresciallo Tito, mi preme innanzitutto chiarire come, se è indubbiamente vero che l'uomo politico ligure stimasse il presidente jugoslavo sul piano personale e politico, altra cosa è affermare e sostenere, come mi sembra faccia il dottor Vaccarezza, che Pertini ne abbia anche condiviso la pulizia etnica attuata con metodi brutali e violenti contro i nostri connazionali in Istria e Venezia Giulia tra il 1943 e il 1947. Fatta questa doverosa premessa, tengo anche a smentire l'altra inesattezza troppe volte ripetuta e strumentalizzata, non so se anche in malafede, ossia quella del "bacio" alla bara di Tito. Nel 2010 (prima non era emersa questa testimonianza) una nipote del maresciallo, presente ai funerali, ha confermato in modo definitivo, avendo visto la scena di persona, che Pertini ha soltanto "appoggiato" la mano sulla bara del maresciallo, tenendola "a lungo", ma non ha affatto accennato a nessun "bacio", o presunto "bacio", cosa che se fosse minimamente avvenuta, lei l'avrebbe senz'altro notata. Per cui mi sembra che dopo questa testimonianza, con buona pace di tutti gli "antipertiniani" (e sono molti, tra cui presumo anche il dottor Vaccarezza), si possa pacificamente escludere che Pertini abbia "baciato" la bara di Tito durante i suoi funerali, limitandosi ad accarezzarla.

La prova definitiva la troviamo nei video dell'epoca che riportiamo di seguito, dove il Presidente Pertini tocca la bara con un braccio per poi allontanarsi.

Loading ...
Failed to load data.