LE NOSTRE STORIE

L'archeologo che ha vinto all'«Eredità» rischia di lasciare l'Italia: «Mancano i fondi»

Giada Ferraglioni, Valerio Berra - 28/01/201914:19Aggiornato 28/01/2019 18:01

Paolo Storchi ha raccontato a Open la drammatica situazione dei bandi per la ricerca in Italia: «Andare all'estero sembra essere l'unica alternativa»

Paolo Storchi è un ricercatore di 33 anni che si occupa di archeologia. A gennaio 2018 è riuscito a finanziare parte dei suoi progetti grazie a una vincita a L'Eredità, il quiz televisivo in onda su Rai 1. L'obiettvo delle sue ricerche è una città romana scomparsa, Tannetum. Paolo ha scoperto dove è collocata, anche se, per ora, è ancora sottoterra. Il progetto, di respiro internazionale, è nato nel 2016 durate il suo dottorato in Archeologia all'Università di Roma "la Sapienza", e portato avanti in collaborazione con l'università danese di Odense.

Nonostante questo, a causa della scarsità di bandi nazionali e dell'assenza di finanziamenti da parte di enti privati, Paolo sarà costretto a lasciare l'Italia per continuare i suoi progetti. «È umiliante andare a chiedere un piccolo aiuto a banche o industrie, e sentirsi rispondere puntualmente di no», ha detto a Open. «Non vorrei lasciare l'Italia perché ho molti progetti sul territorio, ma al momento non vedo alternativa».

Leggi anche:

Loading ...
Failed to load data.