IL MONDO

Il vangelo anti-Brexit secondo l'autrice di Harry Potter

23/1217:33

In un post su twitter l'autrice della saga di Harry Potter ha risposto alle critiche che aveva ricevuto dai seguaci di Jeremy Corbyn

"E all'improvviso nel cielo apparvero dei difensori di Corbyn e si scagliarono con violenza contro di lei, ma lei non si fece intimorire, poiché era già abituata. Cantarono con un'unica voce: 'Donna indegna, non ci freghi. Noi sappiamo il vero motivo per cui odi San Jeremiah' ". Comincia cosi l'opera intitolata La Visitazione dei Corbynisti, l'ultimo esercizio letterario pubblicato su Twitter da J.K. Rowling, in cui l'autrice della saga di Harry Potter commenta le critiche ricevute in passato dai seguaci del leader laburista e mette in luce, con un linguaggio biblico, alcune preoccupazioni per l'imminente 'apocalisse' chiamata Brexit.

 
 

Satira politica o semplice 'blastata'? Il thread racconta l'insofferenza provata dall'autrice nei confronti di Jeremy Corbyn, attuale leader del partito laburista inglese, e dei suoi seguaci per i loro modi aggressivi e intolleranti. Nei tweet vengono tacciati di avere un atteggiamento reverenziale e servile nei confronti del loro Messia e di discriminare chiunque si opponga alla sua "rivoluzione". Compreso chi, come l'autrice, sostiene che il partito laburista abbia un problema di antisemitismo con il quale deve fare urgentemente i conti.

 

Ma le critiche a Corbyn hanno un'origine più profonda, che trascende i litigi all'interno del partito. Il vangelo di Rowling racconta anche l'apprensione e il senso di frustrazione provati da chi crede che il sogno di Corbyn di creare una società più equa non potrà mai avverarsi sotto la sua guida con l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea. "Come faranno i poveri dopo la Brexit, che è sempre stato il sogno proibito del vostro Santo, anche se lui non ha mai avuto il coraggio di ammetterlo?". La risposta dei seguaci non si fa attendere: "San Geremiah compirà un miracolo!".

Loading ...
Failed to load data.