IL MONDO

La leader dei Verdi che sfidò Orban: «I migranti non hanno colpe»

Francesca Martelli - 18/01/201917:46Aggiornato 19/02/2019 16:42

Judith Sargentini, eurodeputata olandese, ha visitato numerosi campi per migranti. A settembre, il Parlamento europeo aveva votato a favore del report con cui aveva chiesto l'applicazione dell'articolo 7 del Trattato di Lisbona

Judith Sargentini, europarlamentare da 10 anni e non candidata alle prossime elezioni, si era commossa in aula a settembre quando il parlamento Ue aveva votato a favore del suo report sull'Ungheria, avviando il procedimento previsto dall'articolo 7 del Trattato di Lisbona (ma solo la prima parte, quella che non prevede sanzioni).

Secondo i 2/3 del parlamento, c'è il rischio che la politica del premier ungherese Viktor Orban stia violando i principi dell'Unione europea (in materia di libertà di stampa, discriminazioni sui musulmani, politica contro i migranti). «I rifugiati e i richiedenti asilo non hanno colpe, non penso dovrebbero essere imprigionati», spiega Sargentini che come europarlamentare ha visitato numerosi campi per migranti in Europa,

Leggi anche

Loading ...
Failed to load data.