IL MONDO

Mestruazioni e manine allusive, le nuove emoji del 2019

Valerio Berra - 07/02/201921:12Aggiornato 08/02/2019 08:18

Sono 230 e sono state approvate dall'«Unicode Consortium». Entro la fine dell'anno verranno implementate in tutti i programmi di messaggistica, da Facebook Messenger a Whatsapp

Quello che diciamo è quello che pensiamo. L'ipotesi della “relatività linguistica” è una teoria secondo cui il nostro modo di parlare cambia anche il nostro modo di pensare. È per questo che l'annuncio di 230 nuove emoji per il 2019 ha avuto così tanta risonanza nel mondo. Queste immagini sono entrate nelle nostre chat, hanno sostituito parole o intere frasi. Hanno semplificato e in qualche modo plasmato il nostro modo di raccontare e percepire il mondo.

Come nascono le nuove emoji

L'organismo che sceglie come allargare il vocabolario delle emoji è l'Unicode Consortium, una specie di Accademia della Crusca Internazionale dell'informatica. È qui che viene approvato ogni nuovo carattere utilizzato per la scrittura dei testi, per qualsiasi lingua, piattaforma informatica o programma. Una volta passato il testo dell'Unicode Consortium, i nuovi segni, fra cui appunto le emoji, vengono implementati da tutti i programmi di messaggistica più comuni, come Facebook o Whatsapp.

Coppie multietniche, arti robotici e sedie a rotelle

A pubblicare la lista delle emoji previste per il 2019 è Emojipedia, il sito dove sono raccolte tutte le immagini rilasciate anno dopo anno. Questa volta ci sarà solo una faccina nell'elenco: quella dello sbadiglio. Fra le novità più importanti si registrano le emoji sulla disabilità. Da notare anche le emoji le coppie multietniche. La possibilità di combinare uomini e donne provenienti da qualsiasi regione del mondo dovrebbero essere esaurite. Sempre in tema di amore, ci saranno due nuovi cuori: uno bianco e uno marrone. Ma nell'elenco compaiono anche un'ostrica con tanto di perla, Saturno, uno yo-yo e un banjo.

Mestruazioni e mani allusive, le reazioni in rete

Sono due le emoji che hanno fatto parlare di più gli utenti. La prima è quella definita «pinching hand», la mano che pizzica. Ecco, magari l'idea è apprezzabile, non siamo molto convinti della riuscita.Vice Brazil suggerisce che molte donne potrebbero usarla per raccontare alle amiche un incontro romantico deludente. L'altra emoji che segnaliamo è la goccia rossa. Quest'immagine non solo rappresenta le mestruazioni, ma è la vittoria di una campagna portata avanti da due associazioni che si occupano di diritti delle donne: Plan International UK e Plan Australia. Un segnale importante, soprattutto per quei Paesi in cui le mestruazioni sono ancora un tabù.

Leggi anche:

 

 

Loading ...
Failed to load data.