IL MONDO

Riscaldamento globale, se il lago non si ghiaccia più: 6mila pattinatori olandesi emigrano in Austria

Cristin Cappelletti - 12/02/201910:37Aggiornato 12/02/2019 10:39

Per combattere i cambiamenti climatici migliaia di amanti del pattinaggio sul ghiaccio si spostano ogni anno dall'Olanda alla cittadina austriaca di Weissensee

Ogni inverno, circa 6mila olandesi sconfinano nella vicina Austria. No, non stiamo parlando di un'invasione. Il motivo è semplice: il cambiamento climatico. I migranti climatici sono ormai un fenomeno riconosciuto, ma il surriscaldamento globale ha prodotto anche un altro tipo di migrazione: quella sportiva. Nel Paese dei tulipani il pattinaggio sul ghiaccio è uno tra gli sport più popolari che - con l'arrivo dell'inverno - vede migliaia di olandesi precipitarsi sui corsi d'acqua ghiacciati per dar sfogo alla loro grande passione. Ma, l'aumento della temperatura mondiale, non ha colpito solo l'Artico, spingendo gli amanti dello sport nordico a cercare altri modi e altri luoghi.

ANSA |

Per questo, l'Austria è diventata la nuova patria dei partecipanti alla Elfstedentocht , una corsa di 24 ore sul ghiaccio. Normalmente si svolgerebbe in Olanda ma, causa assenza di ghiaccio, i pattinatori hanno dovuto cambiare percorso, fino ad arrivare in Austria, nella cittadina di Weissensee. Undici le tappe attraversate nella provincia del Friesland su un tracciato di 200 chilometri. La Elfstedentocht ha luogo solo quando i laghi dei canali della provincia vengono ricoperti da 15 centimetri o più di ghiaccio. Un fenomeno relativamente naturale nel Paese dell'europa centrale, ma ultimamente, non sembra più così.

Sullo stesso tema

 

 

Loading ...
Failed to load data.