IL MONDO

Migliaia di bambini denunciano molestie sessuali al confine Messico-Usa

Redazione - 28/02/201910:18Aggiornato 28/02/2019 10:27

Rapporti sessuali con minori, esibizione di video pornografici, contatti fisici coercitivi: gli episodi sarebbero iniziati durante la presidenza Obama e aumentati durante il mandato di Trump 

Il Dipartimento della Sanità e dei Servizi Sociali americano ha ricevuto più di 4.500 denunce di molestie sessuali nei confronti di minori non accompagnati. Le accuse - che avrebbero avuto luogo dal 2015 al 2018 - vanno da rapporti sessuali con minori, esibizione di video pornografici a contatti fisici coercitivi. La notizia è stata diffusa da Ted Deutch, deputato della Florida, che il 26 febbraio ha reso noti i documenti dell'agenzia governativa in questione. Gli episodi sarebbero iniziati nel 2015, durante la presidenza di Obama, ma il maggior numero di molestie avrebbe avuto luogo durante l'attuale mandato di Donald Trump. 

Oltre ai casi riportati dal Dipartimento della Sanità e dei Servizi Sociali, il Dipartimento di Giustizia avrebbe registrato altri 1.303 episodi analoghi. Deutch ha sollevato la questione durante una sessione del Congresso in cui il deputato ha attaccato la politica migratoria "tolleranza zero" di Trump. Questa strategia volta a scoraggiare l'immigrazione avrebbe avuto come conseguenza la separazione di almeno 3.000 bambini migranti dalle loro famiglie. «Questi documenti mostrano nel dettaglio un clima di molestie sessuali da parte dello staff sui minori non accompagnati», ha affermato il deputato.

La famiglia di Jakelin Caal, morta a sette anni l'8 dicembre mentre era sotto custodia delle autorità americane 

Jonathan Hayes, direttore dell'Ufficio di reinsediamento dei rifugiati, ha accusato Deutch di mentire. Secondo Hayes infatti, la maggior parte delle molestie sarebbe stata perpetrata dagli stessi minori su coetanei, non dallo staff. Il personale coinvolto, per Hayes, non farebbe parte degli enti federali. Il numero di denuncie di molestie sessuali registrate nel 2018 è stata di 1.261, 192 in più rispetto al 2017, di cui 178 rivolte contro membri dello staff. Le molestie sessuali non sono l'unico pericolo che coinvolge i minori al confine tra Messico e Usa. Recentemente, due bambini guatemaltechi sono morti mentre erano sotto custodia delle autorità americane. 

Leggi anche: 

 

Loading ...
Failed to load data.