IL MONDO

L'Isis annuncia di aver ucciso un ragazzo italiano che combatteva per i Curdi

Redazione - 18/03/201914:15Aggiornato 18/03/2019 17:28

Secondo i documenti messi in rete il ragazzo è Lorenzo Orsetti, 32 anni, fiorentino. Da un anno e mezzo combatteva al fianco dei curdi dell'Ypg, le Unità di protezione del popolo, contro i jihadisti

Continua la guerra contro l'Isis in Siria e continuano i morti, da un parte e dall'altra. Il Califfato ha annunciato sul suo canale di comunicazione Telegram l'uccisione di un «crociato» italiano «negli scontri nella località di Baghuz» nella parte nord orientale della Siria. Secondo i documenti diffusi dall'ente d'informazione dell'Isis, Amaq, il ragazzo rimasto ucciso sarebbe Lorenzo Orsetti, 32 anni, fiorentino. L'Amaq ha anche pubblicato una foto del suo cadavere.

Twitter | I dati di Lorenzo Orsetti diffusi dall'Amaq

I combattenti curdi confermano la notizia

La conferma è arrivata anche dalle fonti militari curde. Orsetti sarebbe stato ucciso in un'imboscata in cui sono morti anche altri 4 combattenti. Era arrivato in Siria dopo aver lavorato per anni nel mondo dell'alta ristorazione come cameriere, sommelier a cuoco.

In un'intervista al Corriere fiorentino aveva spiegato di essere partito per la Siria per costruire una società più equa, democratica e giusta. Negli ultimi giorni aveva parlato da Afrin, roccaforte della resistenza curda, assediata sia dalle forze turche, sia dai jihadisti.

Ansa | Una foto di Lorenzo Orsetti

Anche la madre di Orsetti ha ribadito le motivazione idealiste che hanno spinto il figlio a partire per la Siria: «Noi eravamo contrari alla sua partenza, io non riesco più a dormire la notte, ma lui voleva aiutare questo popolo oppresso». Il padre del ragazzo ha raccontato la telefonata avuta con il comandante curdo, confermando la morte di suo figlio: «Lorenzo è morto insieme a tutti quelli del suo gruppo in un contrattacco dell'Isis stamani. Sembra che il suo gruppo sia stato accerchiato, era con una unità araba, ma non so cosa significhi esattamente da un punto di vista militare. Li hanno uccisi tutti».

 

Leggi anche

Loading ...
Failed to load data.