IL MONDO

Lo spot della ministra israeliana che si spruzza di «Fascismo»

Redazione - 19/03/201900:04Aggiornato 19/03/2019 00:10

La ministra della Giustizia israeliana del partito di estrema destra Hayamin Hehadash appare in un video in cui propone un profumo dal nome inequivocabile. Provocazione riuscita

La ministra della giustizia israeliana Ayelet Shaked, esponente del partito Nuova Destra, si è resa protagonista di uno spot alquanto provocatorio. È apparsa infatti nell'atto di spruzzarsi un profumo etichettato «Fascismo». L'intento parrebbe essere satirico e rieccheggerebbe il Saturday Night Live del 2017 in cui appariva una Ivanka Trump in un finto spot pubblicitario per il profumo «Complicit». 

Le immagini sono accompagnate da frasi in ebraico sussurrate seducentemente: «Riforma giudiziaria», «Separazione dei poteri» e «Trattenere la Corte Suprema» - tutte volte, nella dialettica politica interna, a evidenziare i suoi sforzi per rafforzare il potere legislativo e indebolire i tribunali.  Shaked conclude il video dichiarando a favore di camera: «Per me, odora di democrazia».

L'annuncio ha avuto successo in quello che sembra essere il suo obiettivo: attirare l'attenzione sul partito di Shaked, Hayamin Hehadash, appunto la Nuova Destra, che sta lottando nei sondaggi. Ma l'effetto collaterale non voluto, ma prevedibile, è stato quello di lasciare confusi e sbalorditi migliaia di spettatori europei e d'oltreoceano che hanno visto lo spot. Per chi non capisce l'ebraico, infatti,  sembra che l'attraente ministro della Giustizia israeliano stia, di fatto, vendendo "il fascismo".

Leggi anche

Loading ...
Failed to load data.