IL MONDO

Russiagate, consegnato il rapporto di Mueller: nessuna collusione tra la campagna di Trump e la Russia

Redazione - 24/03/201921:43Aggiornato 25/03/2019 15:29

Il procuratore speciale ha consegnato al Congresso i risultati della sua indagine dove ha chiarito che non ci sono prove sufficienti per determinare un legame tra la Russia e la campagna elettorale del Presidente americano

Il procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller, non ha trovato nessuna collusione fra la campagna elettorale di Donald Trump e la Russia. A riportarlo sono i media americani. In una lettera invitata dal procuratore generale, William Barr, si legge che Mueller non ha individuato collusioni fra Trump, e altre persone legate alla sua campagna elettorale, e il governo russo, nonostante le varie offerte giunte da persone legate a Mosca.

L'immancabile commento di Donald Trump su Twitter

Su Twitter Trump ha subito commentato le rivelazioni del rapporto: «Nessuna collusione, nessuna ostruzione, completo e totale esonero. Manteniamo l'America grande!».

Barr e il suo vice, Rod Rosenstein, hanno stabilito che non ci sono «prove sufficienti per dimostrare che Trump abbia ostacolato la giustizia», spiegando però che il presidente americano non può ritenersi completamente sollevato da questa accusa.

Alcune settimane fa, parlando davanti al Congresso, l'ex avvocato di Trump, Michael Cohen, aveva definito il presidente americano un «un razzista, un truffatore e un imbroglione» e aveva accennato a dei presunti legami tra il presidente e la Russia.

Sullo stesso tema

Loading ...
Failed to load data.