PRIMO PIANO

Quando i politici condividono gli account fake su Twitter

David Puente - 17/01/201920:31Aggiornato 24/01/2019 15:12

Post controversi scritti da profili falsi potrebbero trarre in inganno gli utenti. Basterebbe poco per identificarli

“Volevo dire a quelli di #facciamorete che si agitano che io ho già abolito il lavoro”. Inizia così un tweet controverso firmato "Davide Casaleggio". Attilio Lioi, segretario politico dei Cristiani Democratici Uniti (Cdu), si è domandato giustamente se fosse una bufala. L’account in questione usa il nome e la foto del Presidente dell’omonima società milanese, ma si tratta di un account “parodia”.

Il tweet dove Attilio Lioi pone la domanda.

L’intero tweet è un concentrato di assurdità, difficile ritenerlo veritiero:

Volevo dire a quelli di #facciamorete che si agitano che io ho già abolito il lavoro. I miei al governo nn fanno una ceppa a 15k al mese in+mi versano la mazzetta.
Siete voi che dovete lavorare e pagare le tasse e i deliri della #Casaleggio.
Sono un genio incompreso
#17gennaio

Nella biografia dell’account leggiamo:

io so' io e tu sei #rete - #SuccoDiPera - Russian Troll - Parody Account - io sono davide casaieggio e NON SONO AFFILIATO con davide CasaLeggio

L'account "parodia" di Davide Casaleggio.

La risposta per Attilio Lioi è “Si, è una bufala”, una delle tante generate da altrettanti account parodia in cui alcuni utenti ci cascano e altri no. Ci sono quelli dedicati a Matteo Salvini e Luca Morisi, ma come è possibile che qualche utente non si renda conto che si tratta di profili falsi? Il problema principale è la navigazione con i nostri smartphone che non permettono di vedere, al contrario del Pc, alcuni elementi dei falsi account (come la biografia sullo sfondo). Resta il fatto che bastava leggere il dubbioso username “@DaviCasaIeggio” e la mancanza del bollino blu che certifica la veridicità dell’account stesso.

L'account originale di Matteo Salvini e quello "parodia" a confronto.

Ne esistono altri, condividono contenuti tra parodia e trollaggio, e per i meno attenti e frettolosi può capitare di fare retweet o in alcuni casi commentare anche in malo modo. Resta tuttavia la curiosità che un tweet del genere, di un account fake, sia stato condiviso dal profilo ufficiale di Forza Italia tra un tweet di Anna Maria Bernini e Antonio Tajani.

La condivisione dell'account di Forza Italia

Trolling da parte di Forza Italia? Probabile, il problema giunge quando chi segue l'account ufficiale del partito, fidandosi, lo prende sul serio.

Loading ...
Failed to load data.