PRIMO PIANO

Procura di Catania: «Fate sbarcare i minori della Sea Watch» - Il video

Redazione - 25/01/201918:10Aggiornato 31/01/2019 14:22

«Ogni vita umana è unica, con i suoi sogni, i suoi amori e le sue speranze: se noi non continueremo a cercare e a salvare, quelle vite saranno perse per sempre». Questo il messaggio sotto il video postato dalla Ong

Caterina Ajello, la procuratrice di Catania per i minorenni, ha alzato la voce a favore dei minori non accompagnati presenti sulla Ong Sea Watch, in mare da settimane e ferma in acque italiane da giorni. Ajello ha inviato un documento al ministro dell'Interno Matteo Salvini, a quello dei Trasporti Danilo Toninelli, al presidente del Tribunale per i minorenni di Catania e alla Procura generale etnea, nel quale ha richiesto o esplicitamente di far sbarcare gli 8 minori, così da poterli collocare «in apposite strutture».

Sulla pagina Facebook dell'Ong era già stato pubblicato un appello alla politica italiana, contenente un video della nave ferma nelle acque italiane con 47 migranti a bordo: «Ogni vita umana è unica, con i suoi sogni, i suoi amori e le sue speranze se noi non continueremo a cercare e a salvare, quelle vite saranno perse per sempre. Dite ai vostri politici di aprire i vostri porti e aprite i vostri cuori». 

La Sea Watch, in mare da una settimana circa, ha ricevuto il consenso della Guardia costiera di entrare nelle acque territoriali italiane a causa del maltempo. Il dibattito trova compatto il fronte del governo: i due vicepremier Salvini e Di Maio sono d'accordo che se ne debba occupare l'Olanda visto che la nave batte bandiera olandese. Per l'Ue la priorità invece è la sicurezza dei «migranti».

 

Leggi anche:

Loading ...
Failed to load data.