PRIMO PIANO

Bonus asilo nido: è attivo il servizio Inps per presentare la richiesta

Redazione - 28/01/201919:08Aggiornato 28/01/2019 19:23

Fino al 31 dicembre 2019 sarà possibile richiedere fino a 1.500 euro per il pagamento delle rette o per l'assistenza domiciliare 

Dal 28 gennaio 2019 è possibile richiedere il bonus asilo nido sul sito dell'Inps. Per fare domanda c'è tempo fino alle 23.59 del 31 dicembre 2019. Il bonus, di 1.500 euro all'anno, è valido per tutti i bimbi nati o adottati dal primo gennaio 2016 e può essere usato sia per pagare le rette degli asili pubblici e privati, che per altre forme di assistenza domiciliare per i bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche. 

Il bonus per gli asili nido viene erogato mensilmente, varia in base all’importo della retta e non può superare la retta stessa. Non è cumulabile con le detrazioni fiscali, né con il cosiddetto «bonus infanzia». Il bonus per l'assistenza domiciliare, invece, viene erogato dall’Inps dopo la presentazione di un certificato rilasciato dal pediatra, che attesti «l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica». In questo caso, l’Inps provvederà a erogare il bonus in un'unica tranche. Il certificato deve essere presentato da un genitore che vive col bambino. Ogni mese il richiedente deve fornire all’Inps la documentazione che provi il pagamento della retta e la presenza dei requisiti dichiarati nella prima domanda. In assenza di questi, il bonus decade.

Nella domanda, bisogna specificare se l’asilo nido è pubblico o privato e il numero dei mesi di frequenza, compresi tra gennaio e dicembre 2019, per i quali si richiede il bonus. Alla presentazione della domanda dovrà essere allegata la documentazione che dimostra il pagamento almeno della retta del primo mese, oppure la documentazione da cui risulti l’iscrizione o comunque l’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino. Le ricevute dei pagamenti delle rette relative ai mesi successivi dovranno essere allegate entro la fine del mese di riferimento e, comunque, non oltre il 31 gennaio 2020.  La documentazione di avvenuto pagamento dovrà indicare: nome e partita iva dell’asilo nido; codice fiscale del minore; mese di riferimento; gli estremi del pagamento o la quietanza di pagamento; il nominativo del genitore che ha pagato la retta. Nel caso di bonus per forme di supporto nella propria abitazione, sarà necessario allegare solamente l’attestazione del pediatra. 

Queste sono alcune delle condizioni richieste per beneficiare del bonus. Vi consigliamo di approfondire sul portale dell'Inps.

Sullo stesso tema:

Loading ...
Failed to load data.