PRIMO PIANO

Processo Diciotti, Salvini: «Nessun pericolo per il Governo»

Francesca Martelli - 30/01/201909:55Aggiornato 30/01/2019 16:59

La Giunta delle elezioni e delle immunità si è riunita per quasi due ore per giudicare l'operato del ministro dell'Interno che per 5 giorni bloccò i migranti a bordo della nave della Guardia Costiera. Sono state esaminate le 52 pagine dell'ordinanza del tribunale dei Ministri

È solo il primo atto del procedimento che porterà a capire se il ministro dell'Interno Matteo Salvini andrà a processo per il caso Diciotti. La Giunta delle elezioni e delle immunità si è riunita per quasi due ore per giudicare l'operato del «senatore Salvini» che per 5 giorni bloccò i migranti a bordo della nave della Guardia Costiera. Sono state esaminate le 52 pagine dell'ordinanza del tribunale dei Ministri). Il ministro dell'Interno però non è preoccupato per la stabilità dell'Esecutivo. «Nessun pericolo per il Governo, non rischia assolutamente», ha detto Salvini rispondendo ai giornalisti. 

«Si tratta di un caso molto diverso dai precedenti», spiega Maurizio Gasparri (Fi) uscendo dal palazzo della Giunta, dove negli anni è stata votata la decadenza da senatore di Silvio Berlusconi oppure l'autorizzazione all'arresto di alcuni parlamentari. Il premier Conte dopo essersi «assunto la responsabilità» della vicenda Diciotti, dovrebbe inviare una memoria «difensiva» al tribunale dei Ministri di Catania e alla Giunta del Senato.

Mentre la Lega considera un eventuale processo a Salvini un processo all'intero governo, il Movimento 5 Stelle prende tempo per «valutare il cambio di posizione» del leader leghista annunciato con una lettera al Corriere della Sera. I 23 senatori hanno chiesto di poter ascoltare il vicepremier Salvini (la prossima settimana), poi sarà elaborata una relazione in vista del voto finale (previsto a fine febbraio). E solo successivamente, se dovessero emergere posizioni differenti, si passerà all'esame del Senato.

A proposito delle parole del premier Conte sulle responsabilità comuni del governo sul caso Diciotti, Matteo Salvini lasciando Palazzo Montecitorio, al termine del question time, ha dichiarato: «Ho apprezzato le parole del premier Giuseppe Conte sull'assunzione di responsabilità da parte di tutto il governo. E' un intervento che mi fa piacere». Alla domanda se sia stata una soluzione richiesta dallo stesso vicepremier, Salvini risponde: «Non l'ho richiesto io: del resto è evidente che nei miei atti non si riscontra alcun reato». 

La diretta del caso Diciotti in Giunta del 30 gennaio dal nostro account Twitter (@Open_gol)

Ore 12.41

Ore 12.29

Ore 12.28

Ore 12.21

Ore 12.15

Ore 12.03

Ore 11.47

Ore 11.39

Ore 11.26

Ore 11.24

Ore 11.16

Ore 11.05

Loading ...
Failed to load data.