PRIMO PIANO

Arriva il nuovo codice della strada: via libera a bici contromano e divieto di fumo in auto

Charlotte Matteini - 11/02/201912:29Aggiornato 21/02/2019 12:04

Lega e M5s hanno proposto una serie di modifiche al codice della strada. Tra le principali novità la possibilità di circolare contromano in bici nei centri abitati, indipendentemente dalla larghezza delle carreggiate, e lo stop al fumo in auto

La commissione Trasporti della Camera dei Deputati si appresta a vagliare le modifiche al codice della strada proposte da Lega e Movimento 5 Stelle. Numerose sono le novità che, in caso di approvazione definitiva della legge, potrebbero essere introdotte e che stanno già facendo discutere. In sintesi, la riforma prevede la possibilità per le biciclette di andare contromano nei centri abitati e di utilizzare le corsie preferenziali attualmente riservate ai mezzi pubblici e ai taxi, l'aumento dei limiti di velocità a 150 km/h nelle autostrade a tre corsie, il divieto assoluto di fumo in auto e restrizioni ulteriori per l'utilizzo di telefonini e smartphone alla guida.

Per quanto riguarda il capitolo biciclette, la riforma del codice della strada prevede norme che faciliteranno l'utilizzo del mezzo a due ruote in strada: non sarà solo possibile andare contromano nei centri abitati - nelle zone in cui è il limite di velocità è di 30 km/h e indipendentemente dalla larghezza della carreggiata - ma i ciclisti potranno anche superare le colonne di auto ferme agli incroci o ai semafori e sarà prevista anche una «striscia di arresto avanzata» per facilitare il defluire del traffico su due ruote.

Per questa specifica modifica, però, il testo di legge prevede che dovrà essere il sindaco della città a emanare un'apposita ordinanza che permetta «di circolare anche in senso opposto a quello di marcia rispetto agli altri veicoli». Alcuni emendamenti, inoltre, prevedono l'introduzione dell'obbligatorietà dell'uso del caschetto protettivo per circolare in bici. La commissione, poi, sta discutendo per introdurre norme ad hoc per la regolamentazione della circolazione di skate, monopattini e hoverboard. Al momento sembra che sarà permessa la circolazione solo sulle piste ciclabili, ma in fase di dibattito tutto potrebbe cambiare.

Infine, il nuovo codice della strada prevede una serie di novità anche per i motociclisti: le moto elettriche potranno circolare anche in autostrada e si sta discutendo anche dell'eventualità di inserire l'obbligo di dotarsi di abbigliamento tecnico di sicurezza.

Leggi anche

Loading ...
Failed to load data.