PRIMO PIANO

I numeri di Rousseau: il voto deciso da meno dell'1% degli elettori Cinque Stelle

Valerio Berra - 19/02/201921:39Aggiornato 20/02/2019 11:06

La piattaforma dedicata alla democrazia diretta è stata creata dalla Casaleggio Associati. I requisiti per accedere non sono stringenti, ma ad usarla è un numero esiguo di chi ha votato il MS5 alle politiche del 2018

Rosignano Marittimo è un comune in provincia di Livorno, sulla costa del Mar Tirreno. È conosciuto per le sue spiagge bianche, quasi caraibiche. Un effetto cromatico dovuto agli scarti emessi dalla Solvay, azienda chimica specializzati nella produzione di carbonato di sodio. Qui gli uffici dell'anagrafe contano 31 039 abitanti, almeno secondo i dati Istat del 2018. È il comune italiano che più si avvicina a quei 30 948 votanti che il 18 febbraio hanno scelto su Rousseau di negare l'autorizzazione a procedere per il caso Diciotti.

In pratica, gli abitanti di un centro medio piccolo della provincia italiana sono stati l'ago della bilancia per impedire che il ministro dell'Interno Matteo Salvini iniziasse un processo per sequestro di persona. In percentuale, sempre prendendo gli ultimi dati Istat, sulla piattaforma del Movimento 5 Stelle si sono espressi a favore lo 0,06% degli aventi diritto al voto in Italia.

Gli altri voti di Rousseau, la piattaforma del Movimento 5 Stelle

Quella sul caso Salvini è stata la votazione su Rousseau con «il maggior numero di votanti in una sola giornata». Un numero non troppo lontano da un'altra consultazione, quella dello scorso maggio in cui il 94% degli iscritti alla piattaforma aveva votato a favore dell'accordo di governo della Lega. Anche in questo caso i numeri erano da comune medio piccolo: 44 796 votanti, quasi come gli abitanti di Senigallia, sempre sulla costa, ma verso il mare Adriatico. Lo 0,09% degli aventi diritto al voto in Italia.

Numeri bassi, soprattutto se confrontati con quelli che i pentastellati hanno registrato alle politiche del 2018, quando per la Camera sono arrivati oltre 10 milioni di voti, un risultato che aveva incoronato il Movimento 5 Stelle come la prima formazione politica d'Italia. Se prendiamo questo numero come punto di riferimento per capire l'interesse di questi elettori per Rousseau i dati non migliorano di molto. Alle votazioni per il caso Diciotti hanno partecipato in tutto 52 417 elettori, circa lo 0,48% di chi il 4 marzo ha scelto il movimento guidato da Luigi Di Maio.

I requisiti per accedere alla piattaforma Rousseau non sono stringenti. Basta essere iscritti al Movimento 5 Stelle, un procedimento che avviene presentando una serie di dati personali e un documento di identità. Gli unici limiti che vengono imposti nelle votazioni sono relativi proprio alla data in cui è avvenuto questo passaggio. Ad esempio, per il caso Diciotti, era necessario essere iscritti al Movimento da almeno sei mesi.

 

Loading ...
Failed to load data.