PRIMO PIANO

Dal "salvataggio" di Salvini a "due mandati e poi a casa". Il post di Pizzarotti sulle contraddizioni 5 stelle

Open - 19/02/201911:15Aggiornato 19/02/2019 11:27

Dopo il voto sul caso Diciotti, il sindaco di Parma, espulso nel 2016 dal Movimento 5 Stelle, ha pubblicato un lungo post in cui evidenzia tutti i ripensamenti del partito avvenuti negli ultimi anni

Era una voce critica quando faceva ancora parte del Movimento 5 Stelle. Dopo l' «uscita da uomo libero» nel 2016, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti non ha mai smesso di punzecchiare i suoi ex compagni di partito. L'ultima critica, dopo il voto su Rousseau che ha "assolto" l'alleato di Governo Matteo Salvini per la vicenda della nave Diciotti. «Con questa - ha scritto Pizzarotti su Facebook - le regole a cui non si deroga sono finite». La regola è quella che l'ala più ortodossa dei Cinque Stelle ha continuato a sbandierare anche dopo il voto: ci si difende nei processi, non dai processi e alle richieste di autorizzazione a procedere si vota sempre sì. Ma non quando c'è di mezzo la stabilità del Governo: prima del voto su Rousseau, Di Maio, Toninelli e Conte avevano già difeso Salvini e la scelta di trattenere per 5 giorni a bordo della nave (italiana) Diciotti i 177 migranti che erano stati salvati dalle onde del Mediterraneo. 

Nel suo post il sindaco di Parma non si ferma sul più recente caso di cronaca, ma elenca tutti i ripensamenti degli ultimi anni: «"Tutto in streaming": sparito lo streaming; "Mai alleanze con i partiti" (con specifica menzione alla Lega); "Candidati scelti dalla base": è durata finché quelli scelti dalla base sono andati bene alla dirigenza; "Mai in televisione": è durata finché non ha fatto comodo andare in televisione; "Massimo due mandati, poi a casa": già dopo marzo avevano detto che, se si fosse tornati al voto, si sarebbe ripresentata la stessa squadra». E l'elenco continua, ripercorrendo tutta la storia del Movimento, dalle posizioni ortodosse del 2013 ai compromessi sempre più frequenti. In poche ore, il post del sindaco di Parma ha ottenuto quasi 30mila like e 20mila condivisioni. 

Sullo stesso tema

 

 

 

Loading ...
Failed to load data.