PRIMO PIANO

Caso Diciotti, Giarrusso fa il gesto delle manette ai senatori Pd che protestano - Il video

Redazione - 19/02/201917:47Aggiornato 19/02/2019 21:50

«Io non ho i miei genitori agli arresti domiciliari», aveva detto il senatore M5s. I dem hanno protestato con cori da stadio e cartelli con scritto: «Vergogna» e «La chiamavano onestà»

Dopo il no della Giunta delle Immunità all'autorizzazione a procedere contro il ministro dell'Interno Matteo Salvini, il senatore del Movimento 5 Stelle Mario Michele Giarrusso, nell'uscire dall'Aula a Sant'Ivo alla Sapienza, ha mimato il gesto delle manette, incrociando i polsi, verso i senatori del Pd che lo stavano contestando. «Io non ho i miei genitori agli arresti domiciliari», aveva detto Giarrusso. I dem hanno protestato con cori da stadio e cartelli con scritto: «Vergogna» e «La chiamavano onestà».

«Credo che gli sia scappata un po' di mano la situazione per la pressione: c'erano i senatori del Pd che protestavano, che urlavano contro Giarrusso». Ha commentato in serata, Luigi Di Maio, a Di Martedì, su la7.

 

 

Sullo stesso tema

Loading ...
Failed to load data.