PRIMO PIANO

«Vota Garibaldi», il Campidoglio scambia la scritta storica per vandalismo e la cancella

Redazione - 13/03/201917:20Aggiornato 13/03/2019 18:14

Risalente al 1948, era stata fatta restaurare qualche anno fa. Il Decoro urbano del Comune di Roma l'ha cancellata per errore

Succede alla Garbatella, quartiere popolare di Roma. Una scritta storica, risalente al 1948, con tanto di targa accanto, è stata scambiata per un atto vandalico e cancellata dal Decoro urbano del Comune di Roma. Su quel muro di via Basilio Brollo c'era scritto «Vota Garibaldi Lista n. 1», con la vernice rossa. Gli operatori sono intervenuti per errore ricoprendo interamente l'area con della vernice bianca. 

La scritta «Vota Garibaldi», realizzata all'epoca dal fronte popolare, era stata anche fatta restaurare qualche anno fa dall'allora presidente del Municipio VIII Massimiliano Smeriglio che ha denunciato l'incidente evidenziando che accanto alla traccia storica c'era anche una targa che raccontava dell'opera di restauro.

«Un atto inaccettabile che mortifica la Memoria - ha tuonato Smeriglio, ora vicepresidente della Regione Lazio -. Una città è fatta di storie, di tracce, di segni del passato. Chi non sa riconoscere l'identità di un luogo non può governarlo». «Non ci arrendiamo alla superficialità di chi non sa vedere e apprezzare la storia popolare di Roma - ha continuato Smeriglio - Faremo di tutto per ripristinare quella testimonianza. Lo dobbiamo ai nostri nonni che con tanta passione si impegnavano per la loro comunità».

Leggi anche 

Loading ...
Failed to load data.