PRIMO PIANO

Antonio Maria Rinaldi e il mistero del sondaggio (scomparso) sullo Ius soli

Redazione - 02/04/201919:34Aggiornato 02/04/2019 19:35

Il professore euroscettico ha pubblicato in mattinata una rilevazione su Twitter, che è scomparsa prima dello scadere del tempo di votazione

Battibecco digitale mattutino tra economisti. Nella primissima mattinata del 2 aprile è comparso un sondaggio sul profilo dell’economista Antonio Maria Rinaldi, noto ai più per le sue forti convinzioni euroscettiche e per la sua avversione verso l’austerity. 

Il sondaggio di Rinaldi sullo Ius Soli

Nel sondaggio, il professore, firma di Scenari Economici, chiedeva: «Siete favorevoli allo Ius soli in Italia?», con tre opzioni di risposta: «sì», «no», «forse». Il sondaggio, lanciato circa alle 5 del mattino, è improvvisamente scomparso verso le 10.30 della stessa giornata, malgrado dovesse durare 24 ore. In sostituzione al sondaggio è stato pubblicato uno screenshot dove venivano pubblicati i risultati: 45% sì (favorevoli), 53% (contrari), 2% astenuti». 

La "misteriosa" sparizione del sondaggio

A far notare l'eliminazione del sondaggio è intervenuto il professore Riccardo Puglisi, che ha pubblicato lo screenshot del risultato aggiornato alle 7.56 del mattino, in cui i favorevoli erano saliti, in realtà, al 48%, i contrari al 50% e gli astenuti continuavano ad attestarsi sul 2%.

L'ironia della rete

La vicenda è stata ripresa da più parti con commenti sarcastici che facevano leva sul fatto che Rinaldi avesse interrotto il sondaggio nel momento in cui i dati si stavano sbilanciando a favore dello Ius soli e che questo non coincidesse con quella che - si presume - fosse la posizione dell'economista sul tema. 

 

 

 

 

 

La contro-risposta di Rinaldi

Successivamente Rinaldi ha detto che quello che inizialmente era un semplice sondaggio è diventato «un ottimo esperimento per far emergere rete troll e spuntati», dove per "spuntati" si intendono gli account che hanno il segno di spunta di verifica blu a fianco del proprio nome utente. 

Leggi anche

 

 

Loading ...
Failed to load data.