Turchia: Google cancelli il Kurdistan da My Maps

Lo ha fatto su richiesta del Governo turco e senza fornire troppe spiegazioni

Ankara ha chiesto a Google di cancellare la mappa del Kurdistan dal suo My Maps. L'azienda americana ha accolto la richiesta dichiarando che la mappa "viola i termini di servizio delle nostre politiche", non fornendo però ulteriori spiegazioni a riguardo e senza chiarire quali regole sarebbero state violate.

 

I rapporti tra Turchia e la minoranza curda sono molto tesi, soprattutto dopo l'annuncio del presidente Recep Tayyip Erdogan di un'imminente operazione nel nord della Siria, contro le milizie dell'Unità di Protezione Popolare (YPG).

Ankara considera le milizie curde, braccio armato del Partito dell'Unione Democratica (PYD), e la sua controparte turca del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) organizzazioni terroriste.

«Il gruppo delle informazioni tecnologiche e di comunicazione si è incontrato con i rappresentanti della piattaforma Google per chiedere l'immediata rimozione della mappa del Kurdistan come parte dei doveri legati alla legislazione nazionale e internazionale», aveva affermato il ministro dei trasporti e delle infrastrutture turche Cahit Turan.

Leggi anche