Espulso l’uomo in fuga che ha causato il blocco dell’aeroporto Malpensa

L’aeroporto di Malpensa è stato chiuso per motivi di sicurezza a causa di un uomo in fuga sulla pista d’atterraggio. L’uomo, un egiziano, che ha scatenato il parapiglia, è stato ritrovato dopo qualche ora ed è stato espulso verso il Senegal

L'uomo in fuga che nel tardo pomeriggio di martedì 15 gennaio ha causato il blocco dell'aeroporto di Milano Malpensa per circa un'ora è stato ritrovato ed espulso. Nella serata del 15 gennaio diversi testimoni hanno raccontato che a causare il totale blocco dello scalo sarebbe stata la fuga di un trentenne cittadino egiziano dall'aereo su cui era stato imbarcato per il rimpatrio.

Secondo il Corriere della Sera, alle 19.28 l'uomo è salito a bordo di un volo di linea Air Italy diretto a Dakar, ha attraversato velocemente l'intera cabina per poi uscire dall'altro ingresso e scappare verso le piste d'atterraggio. L'uomo, arrivato dal Senegal in aereo, sarebbe stato respinto dall'Italia perché una volta atterrato a Malpensa ha deciso di gettare i suoi documenti, rendendosi non identificabile. Per circa un paio di giorni è rimasto nell'area transiti dello scalo. Dopo alcuni controlli, però, la polizia ha deciso di respingerlo e a quel punto si sarebbe scatenata la rocambolesca fuga.

https://twitter.com/statuses/1085254209329602561

Una volta raggiunta la pista, il trentenne si è messo a correre e ha fatto perdere le proprie tracce. Subito si è riunito il comitato di crisi composto da Enac, Enav, Polizia di Stato e dalle autorità aeroportuali, che ha predisposto la chiusura dello scalo.

«Sto seguendo la situazione e sono sicuro, come mi hanno garantito le Forze dell’ordine, che l’extracomunitario verrà rintracciato velocemente. Lo prenderemo e lo espelleremo immediatamente», ha commentato in serata il ministro Matteo Salvini.

https://twitter.com/statuses/1085300197117386752

Nel giro di qualche ora, Elsaid Gamal Eladasy è stato ritrovato a Samarate, comune nelle vicinanze dov'è giunto molto probabilmente a piedi dall'aeroporto. Denunciato a piede libero per interruzione di pubblico servizio, è stato espulso dal Paese. Essendo arrivato due giorni prima a Malpensa con un aereo partito da Dakar, è stato respinto e rimandato nel Paese da cui era arrivato ovvero il Senegal.

https://www.facebook.com/roberta.amadeo/posts/10218364252406096