Le autorità cinesi confermano: «Una seconda donna è incinta di un bimbo geneticamente modificato»

Lo scorso novembre lo scienziato He Jiankui aveva scioccato la comunità scientifica con l’annuncio della nascita di due gemelle il cui Dna sarebbe stato modificato per renderle immune dall’HIV.  Le autorità hanno aperto un’indagine sugli esperimenti, l’uomo si troverebbe in questo momento agli arresti domiciliari

Le autorità cinesi hanno confermato che una seconda donna è rimasta incinta di un bambino geneticamente modificato. He Jiankui, lo scienziato dietro all'esperimento, già lo scorso novembre  aveva scioccato la comunità internazionale quando aveva annunciato la nascita di due gemelle il cui gene era stato modificato per impedire loro di sviluppare l'HIV. Al momento, secondo il New York Times, He si troverebbe agli arresti domiciliari.

Durante un forum ad Hong Kong sul genoma umano He ha dichiarato che ci sarebbe stata una seconda potenziale gravidanza. Le autorità hanno ora confermato l'ipotesi, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Xinhua.

Le autorità cinesi confermano: «Una seconda donna è incinta di un bimbo geneticamente modificato» foto 1

ANSA |

La donna incinta e le due gemelle nate dalla prima gravidanza verranno messe sotto osservazione medica ha riferito l'agenzia. Sull'esperimento, su cui ancora mancano diversi dettagli, stanno investigando le autorità cinesi, secondo le quali He avrebbe messo in piedi un team con staff straniero e usato «tecnologia dalla sicurezza ed efficacia incerta», scrive il The Guardian, citando Xinhua.

    Leggi anche