Record di civili uccisi in Afghanistan nel 2018: sono 4mila, tra cui quasi mille bambini

di Redazione

Secondo l’Onu, nonostante i trattati di pace lo scorso anno sono stati uccisi 927 bambini afghani: il 44% dagli insorti e il 34% dagli americani

Nonostante i negoziati di pace in corso, la guerra in Afghanistan ha ucciso quasi 4.000 civili l'anno scorso, tra cui un numero senza precedenti di bambini: 927. Secondo l'Onu, sono quasi 11 mila i morti e i feriti causati da entrambi gli schieramenti, i talebani da una parte, la coalizione afghano-americana dall'altra. Numeri che hanno reso il 2018 l'anno più letale da quando le Nazioni Unite hanno cominciato a registrare le morti in Afghanistan, 10 anni fa.

Secondo l'organizzazione internazionale, due terzi delle morti civili è stata causata da ISIS e Talebani, mentre l'esercito afghano e gli americani sono responsabili di circa il 24% dei decessi. A causare il più alto numero di vittime sono stati gli attacchi suicidi. I numeri riflettono anche un aumento della tensione nel Paese, specialmente l'autunno scorso, quando le due parti in causa, in guerra ormai da 18 anni, hanno inasprito l'offensiva per aumentare il loro peso e potere contrattuale nei dialoghi di pace tra i Talebani e gli Stati Uniti.

Nel 2018, gli attacchi dello Stato Islamico sono aumentati del 118% e quelli dei talebani sui civili sono raddoppiati. Il rapporto dell'Onu è stato pubblicato alla vigilia di un altro round di negoziazioni tra Stati Uniti e Talebani, che avverrà lunedì 25 febbraio a Doha, in Qatar.

Record di civili uccisi in Afghanistan nel 2018: sono 4mila, tra cui quasi mille bambini foto 2

Il negoziatore americano, Zalmay Khalilzad, ha annunciato di essere giunto a una bozza di accordo con il Mullah Abdul Ghani Baradar, che rappresenta i talebani: gli insorti dovrebbero garantire che il territorio afgano non sia usato come base dai gruppi terroristici; gli Stati Uniti dovrebbero ritirarsi definitivamente dall'Afghanistan. Con le truppe Nato, anche il contingente italiano lascerebbe il paese. I talebani si rifiutano però ancora di negoziare con il governo afghano, alleato degli Stati Uniti e grande escluso da questi dialoghi. 

Il rapporto dell'Onu ci ricorda che mentre le autorità si siedono al tavolo per negoziare, i civili continuano a pagare l'alto prezzo del conflitto. Quest'anno sono stati uccisi 927 bambini Afghani, 44% dagli insorti e 34% dagli americani. Secondo il rapporto, il numero di bambini uccisi da bombardamenti aerei è raddoppiato dal 2017. Tadamichi Yamamoto, rappresentante speciale delle Nazioni Unite in Afghanistan, ha definito questi numeri «profondamente inquietanti e completamente inaccettabili». Michelle Bachelet, l'alto commissario per i diritti umani, ha definito l'alto numero di bambini uccisi «particolarmente scioccante». 

Record di civili uccisi in Afghanistan nel 2018: sono 4mila, tra cui quasi mille bambini foto 1