Visco (Bankitalia) avverte il governo: «Se si alimenta la paura di uscire dall’Ue, la crescita è a rischio»

L’avvertimento del governatore della Banca d’Italia nei giorni più caldi per la trattativa del governo con la Commissione europea

È un monito per il governo quello lanciato dal governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, preoccupato per l’andamento dello spread e le ricadute che l’incertezza economica avrà sui conti pubblici nelle prossime settimane.

Dal palco del Tech Festival organizzato dal quotidiano il Foglio a Venezia, Visco ha detto: «Sicuramente c’è una preoccupazione sulla crescita con tassi di interesse così alti. Se l’emissione di titoli pubblici vede 2,5 punti in più rispetto alla Germania e uno in più di uno rispetto a Spagna, questo si trasferirà piano piano in tutti i meccanismi che concedono credito a livello privato e questo trasferimento alla fine rallenta la capacità di crescere dell’economia con effetti sugli investimenti».

«Tra spread e fiducia – ha aggiunto il governatore di Bankitalia – c’è un legame: lo spread misura il rischio che prima o poi il debito non sia ripagato, e credo che sia rischio zero, e c’è un altro aspetto, e credo anche questo sia basso, ma è enfatizzato da dichiarazioni che alimentano paura che la politica punti a distaccarci dall’Europa».

Leggi anche: