Valentino Rossi spegne le voci sul ritiro e attacca: «Balle per fare click. Corro per altri due anni»

Il Dottore replica a modo suo. E a chi dice che stufa risponde così…

Approfitta della conferenza piloti di Brno, Valentino Rossi, per cancellare e dipingere a modo suo le voci su un suo possibile ritiro, con allegate stoccate a chi ha messo in giro la fake news: «Corro nel 2019 e nel 2020 – dice il Dottore a Sky Sport -. Lo sanno tutti, anche chi ha scritto il contrario. Capisco sia una notizia che fa fare click, ma tutti sanno che ho il contratto già firmato per il 2019 e il 2020».

Re delle moto e dei click

L’ipotesi ritiro era stata battuta dopo una intervista rilasciata da Lin Jarvis, managing director della Yamaha, che ha poi corretto il tiro sostenendo di «Non aver mai detto che Rossi va in pensione».

Intanto Valentino sgomma sulla falsa indiscrezione e derapa al microfono, alla sua maniera: «La mia permanenza non è mai stata in dubbio, lo sapevano anche quelli che lo hanno scritto, secondo me. Mi sembra che più la dici grossa e meglio è. È normale che la cosa che faccia più notizia è Valentino che smette, fai molti più click così piuttosto che spiegando la situazione vera. Quella interessa meno».

Rossi, foto Ansa

Fans e avversari

Cavalcando l’onda della fake news del ritiro, i tifosi si erano schierati tra sostenitori del ritiro e fans pronti a tutto per scongiurarlo. Valentino ha un pensiero anche per loro: «Io bado più ai miei tifosi in giro, mi sa che sono di più loro di quelli che vogliono che io smetta. È la cosa più facile da dire che devo smettere, mi sembra un po’ banale».

Foto di copertina Ansa / Rossi