Gioia Tauro, duro colpo alla ‘ndrangheta: sequestrata una tonnellata di cocaina in un container del porto

L’operazione conferma la centralità del porto calabrese nei traffici internazionali dei sodalizi ‘ndranghetisti

I Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria e del Ros, insieme alla Guardia di finanza, hanno sequestrato oltre una tonnellata di cocaina nel porto di Gioia Tauro. La droga era nascosta in 144 imballi in un container refrigerato adibito al trasporto di banane.


Il container, proveniente dal Sud America, era destinato, secondo quanto é
risultato dai documenti di spedizione, in Germania. La cocaina, una volta tagliata, avrebbe fruttato un introito di 250 milioni di euro.

L’operazione dei Carabinieri é stata condotta con il supporto dei funzionari dell’Agenzia delle dogane di Gioia Tauro e il concorso operativo di funzionari Europol ed è frutto dello sforzo congiunto e sinergico di più componenti operative attive nel contrasto ai grandi traffici di sostanze stupefacenti.

L’ingente quantitativo di droga é stato scoperto sulla base di una scansione radiogena dell’Agenzia delle Dogane. Il sequestro, riferiscono i carabinieri, conferma «la centralità della piana e del porto di Gioia Tauro come nodo di transito prioritario per i grandi traffici di cocaina, in linea con gli esiti di
pregresse indagini condotte dai carabinieri su sodalizi di matrice ‘ndranghetistica sistematicamente attivi nel traffico internazionale di cocaina».

Video Agenzia Vista

Leggi anche: