Catania, maltratta e minaccia sua moglie. La figlia 15enne registra l’audio delle aggressioni e chiede aiuto

Gli agenti, oltre a bloccare l’aggressore, hanno ascoltato l’audio e le testimonianze dei figli minori della coppia che hanno mostrato le stoviglie andate in pezzi che il padre aveva lanciato contro la madre

A Catania, un uomo di 44 anni è stato arrestato per maltrattamenti e minacce aggravate ai danni della famiglia, in particolare della moglie, una donna di 37 anni.

«Non vali nulla come donna, sei pazza, non sai fare né la donna, né la madre», era una delle frasi che l’uomo usava pronunciare più spesso. Poi uno schiaffo sferrato alla vittima e il lancio di stoviglie contro la donna, che per fortuna non l’hanno ferita.

Uno dei figli della coppia, una ragazzina di appena 15 anni, ha registrato l’audio dell’aggressione e ha mandato il file, tramite un messaggio, alla sorella maggiore, scrivendo: «chiedi aiuto!».

La sorella, dopo aver ricevuto il messaggio, ha allertato la polizia che è subito intervenuta grazie alla segnalazione della 15enne.

Gli agenti, oltre a bloccare l’aggressore, hanno ascoltato l’audio e le testimonianze dei figli minori della coppia che, oltre a fornire un nuovo resoconto delle ultime aggressioni, hanno mostrato le stoviglie andate in pezzi che il padre aveva lanciato contro la madre.

In copertina: immagine di repertorio | Archivio Polizia di Stato

Leggi anche: