Insulti razzisti a Lukaku, lo Slavia Praga smentisce: «Mai accaduto. Si scusi»

Solo due giorni fa l’attaccante dell’Inter aveva denunciato offese razziste nei suoi confronti udite nel corso della partita

Nessun atto discriminatorio, nessun insulto razzista. Così il club sportivo Slavia Praga smentisce che «ci siano stati cori razzisti dell’intero stadio. Abbiamo analizzato i filmati disponibili e nessuno di questi conferma le dichiarazioni di Lukaku».

La società ceca ha dato la notizia tramite un tweet, replicando alle accuse avanzate dall’attaccante dell’Inter, e ha sottolineato di «essersi scusata per comportamenti individuali, e sarebbe appropriato che anche Lukaku si scusasse per le sue parole».

Due giorni fa, al microfono di un giornalista di Esporte Interativo, il giocatore ha parlato delle offese e dei cori razzisti a lui rivolti durante il match Slavia Praga-Inter.

«L’ho detto anche l’ultima volta con la nazionale belga. La Uefa deve fare qualcosa per risolvere questo problema perché queste cose non devono più accadere negli stadi. Non sono giuste. Spero che ora l’Uefa faccia qualcosa perché tutto lo stadio si è comportato così quando Lautaro ha fatto il primo gol, non è giusto per la gente che ha pagato per vedere la partita», aveva detto.

Leggi anche: