Le Iene tornano all’attacco sul concorso di Conte: altri due documenti potrebbero inguaiare il premier

Due documenti: la seconda parte del progetto di parcella e l’unica parcella emessa per quell’incarico. Con questi due documenti, le “iene” Antonino Monteleone e Marco Occhipinti, tornano sulla vicenda che vede protagonista Giuseppe Conte per dimostrare l’incompatibilità di Guido Alpa come giudice del concorso con cui l’attuale premier diventò professore universitario.


Secondo i documenti in mano alle Iene, che verranno mostrati stasera su Italia 1, l’avvocato Giuseppe Conte e il professor Guido Alpa avrebbero collaborato nella causa civile in cui difendevano il Garante della Privacy. E non erano solo “coinquilini” come ha dichiarato il premier.

Il documento pubblicato da Le Iene

Oggi verrà mostrato un nuovo documento inedito, ovvero «la seconda parte del progetto di parcella firmato da Alpa e da Conte, in cui c’è la lista delle prestazioni che i due professionisti indicano come svolte e che chiedono all’autorità di pagare su un unico conto corrente».

Il documento smentirebbe dunque le dichiarazioni del premier. «Mai un conto corrente insieme», aveva detto Conte dopo il precedente servizio delle Iene.

«L’altro documento che vi mostriamo è la parcella poi emessa da Guido Alpa, importante come prova, perché ci consente di notare come il totale fatturato da Alpa corrisponda con il totale delle voci delle prestazioni indicate nel progetto di parcella cofirmato da Alpa e Conte», scrivono le Iene sul sito del programma.

«Si tratta di un progetto di parcella ma non una fattura unica», aveva inoltre dichiarato il presidente del Consiglio, mentre la parcella unica dimostrerebbe un pieno coinvolgimento del premier nella causa che avrebbe portato avanti con Guido Alpa prima del concorso universitario di Caserta.

Leggi anche: