Bergamo, «I ne**i non li facciamo entrare». La discoteca allontana il buttafuori

Con un comunicato il locale ha preso le distanze dal comportamento del dipendente

Sabato 4 gennaio, Telgate, provincia di Bergamo. Un gruppo di giovani, tra cui una ragazza boliviana e tre ragazzi africani, sono in coda per entrare in un locale, ma vengono bloccati dal buttafuori con parole inequivocabili: «E voi cosa ci fate qui? Non è posto per voi, andate bene a ballare Latino o afro, non qui. Se vi faccio entrare la gente si incazza, non vi vogliono qui. Io i negri non li faccio entrare».


Dopo giorni di inevitabili polemiche, e con i profili social della discoteca, il Costez Nikita, presi d’assalto (la notizia è rimbalzata anche sui quotidiani locali dopo il racconto della ragazza coinvolta), è arrivata la decisione della direzione del locale di allontanare l’addetto alla sicurezza. Con un comunicato, il Costez Nikita ha chiarito le ragioni del licenziamento: «Nei giorni scorsi siamo stati al centro di un dibattito conseguente al diniego di ingresso nel nostro locale di ragazzi stranieri per il quale siamo stati accusati di “razzismo”»

«I doverosi accertamenti – continuano i titolari – sono tuttora in corso, ma riteniamo in ogni caso opportuno sin da subito chiarire che Costez Nikita non condivide ed è del tutto estranea ad ogni forma di razzismo e/o di discriminazione. In tale contesto abbiamo conseguentemente deciso di rimuovere l’addetto all’ingresso coinvolto presso il nostro locale, pertanto ci dissociamo dall’episodio, né mai la direzione ha dato indicazioni di tal genere come sembrerebbe emergere».

«Costez Nikita – chiarisce ancora – è dispiaciuta per l’accaduto e combatte da sempre contro qualsiasi atteggiamento discriminatorio; altresì si prodiga per tutelare tutti coloro che accedono al locale per divertirsi e per lavorare, impedendo, con adeguate modalità, l’accesso a coloro che potrebbero nuocere a se stessi e ad altri».

Immagine di copertina- Facebook @CostezOfficial

Leggi anche: