Coppa Italia, Cutrone e Lirola spengono l’Atalanta (2-1): ora c’è l’Inter

La Viola, ridotta in 10, trova il gol della vittoria a 7′ dalla fine. Inutile il gol di Ilicic

Il primo gol di Cutrone, la discesa finale di Lirola. La Fiorentina fa l’impresa, batte l’Atalanta in 10 contro 11 e si guadagna l’Inter nei quarti di finale di Coppa Italia. La Dea, che colpisce due legni, trova il momentaneo pari nella ripresa con Ilicic, ma incassa la prima delusione della sua strepitosa stagione.

Cutrone-gol

Al Franchi la Viola scappa via con Cutrone. Suo dopo 11′ il gol che apre la difesa dei bergamaschi e rimette nel tabellino l’ex centravanti del Milan, subito a bersaglio con la Fiorentina dopo aver segnato solo 3 volte in 25 presenze Oltremanica col Wolverhampton. La squadra di Iachini gestisce: Pasalic la spaventa con una traversa clamorosa (solito, devastante inserimento aereo per vie centrali), ma è poi Djimsiti a evitare il 2-0 dei toscani con Vlahovic solo davanti alla porta.

Reazione e controreazione

Sono errori che si pagano e, infatti, nella ripresa, complici gli ingressi di Gomez e Ilicic, la Dea comincia a martellare. Terracciano salva su Pasalic, Gosens becca un incrocio dei pali da paura; poi gli ospiti puniscono con una supergiocata di Ilicic, che al 67′ disorienta Ceccherini con un movimento da prima punta e infila Terracciano. Per la Viola sono guai anche perché, causa simulazione in area avversaria, Pezzella si fa espellere e lascia i suoi in 10 per gli ultimi 20 minuti. E qui ecco il colpo di scena. A 7′ dalla fine Lirola si fa 30 metri di campo e supera in diagonale Gollini. Il collega Terracciano viene graziato, sull’ultimo tiro, da Malinovski: palla fuori di pochissimi centimetri. Nei quarti sarà Inter-Fiorentina.

Foto di copertina Ansa