La prescrizione divide la maggioranza: in Commissione Italia Viva vota con l’opposizione

Ok all’emendamento del M5s, ma hanno votato contro due deputati di Italia viva

La commissione Giustizia della Camera ha approvato l’emendamento M5s che sopprime la proposta avanzata dal deputato di Forza Italia Enrico Costa. Lo scopo di questa proposta era cancellare la riforma della prescrizione scritta dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.


Tre degli schieramenti di maggioranza, M5s, Pd e Leu, hanno votato per l’abrogazione della proposta di Costa, quindi in difesa dal piano previsto da Bonafede. A votare contro sono stati Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia ma soprattutto Italia Viva. Il voto dunque ha diviso a maggioranza.

Si apre lo scontro: gli attacchi di Italia Viva e le reazioni del Pd

A votare contro sono stati i due deputati di Italia viva Lucia Annibali e Cosimo Ferri. «Noi continuiamo il nostro percorso di coerenza. Spiace, invece, prendere atto che il Pd abbia deciso di recedere su principi come quelli del diritto e del giusto processo per andare a rimorchio del Movimento 5 Stelle anche sulla giustizia», ha dichiarato Lucia Annibali.

E la dose è stata rincarata da Roberto Giachetti: «Ci hanno spiegato che la collaborazione al governo sarebbe servita anche per cambiare una certa cultura grillina, oggi appare più che mai evidente come la ‘contaminazione’ la stiano subendo loro».

La risposta del Pd è arrivata poco dopo, con le parole del deputato Walter Verini: «Respingiamo ogni maldestra accusa di Iv che in commissione ha tenuto un atteggiamento ambiguo. Siamo invece meno stupiti dall’atteggiamento di alcune forze di opposizione che strumentalmente hanno confermato di usare la giustizia per propri interessi di partito».

Ora la riforma della prescrizione sarà esaminata dalla Camera: la prima seduta è prevista per il 27 gennaio.

Leggi anche: