Stop ai tour alcolici a Ibiza e Maiorca, la festa è finita in tre località famosissime delle isole baleari

Giro di vite delle autorità locali contro i “pub crawl” che da anni portano sull’isola una marea di turisti, soprattutto giovanissimi

Parte la stretta delle autorità locali delle isole Baleari contro la vendita di alcolici in tre località di Ibiza e Maiorca. Come riporta El Pais, sulle isole arriva la prima legge in Europa che vieta i “pub crawl”, per mettere un freno al fenomeno del “turismo alcolico” soprattutto dall’Inghilterra.

Secondo quanto stabilito dalla nuova legge, i locali a Playa de Palma e Magaluf a Maiorca e a Sant Antoni a Ibiza che vendono alcolici dovranno restare chiusi dalle 21 alle 8, oltre a essere eliminati i distributori automatici. Restano validi gli ultimi pacchetti venduti dai tour operator prima dell’approvazione della legge, ma per loro da ora in poi non sarà più possibile organizzare viaggi che prevedano esplicitamente tour nei locali con promozioni per il consumo di alcolici a prezzi bassi e senza limitazioni.

Per i locali che non rispettano le nuove regole, le autorità prevedono mule fino 600 mila euro, oltre che la chiusura per tre anni.

Dichiarato esplicitamente illegale anche il “balconing”, la pratica folle di lanciarsi da finestre e balconi degli alberghi per centrare la piscina. Un fenomeno che negli ultimi anni ha visto morire diversi giovanissimi turisti anche sulle isole baleari.